I RISULTATI FINANZIARI

Fastweb “regina” delle Tlc: wholesale e mobile trainano i conti

Nei primi nove mesi ricavi a 1,8 miliardi di euro, in crescita del 3%. E l’Ebitda si attesta a 628 milioni, con un balzo del 4%. I clienti mobili a +27%, quelli all’ingrosso a +76% anno su anno. Le offerte “convergenti” per il 40% della customer base. Reinvestito il 25% delle revenue, l’azienda punta su 5G, cloud e cybersecurity

27 Ott 2022

Patrizia Licata

giornalista

fastweb-161206153809

Nel terzo trimestre dell’anno Fastweb registra clienti, fatturato e margini tutti in crescita, tagliando il traguardo del 37esimo trimestre consecutivo col segno più. Lo fa sapere l’azienda in una nota che illustra i risultati del periodo giugno-settembre 2022 e dei primi nove mesi dell’anno. Da gennaio a settembre Fastweb ha proseguito il trend positivo nell’acquisizione di clienti con 523.000 nuovi clienti complessivi nei segmenti dei servizi di accesso fisso, mobile e wholesale (+9%).

Nello stesso periodo i ricavi totali hanno raggiunto 1,8 miliardi di euro, in aumento del 3% rispetto ai primi nove mesi del 2021. Nonostante il difficile contesto macroeconomico prosegue la crescita anche dei margini con l’Ebitda complessivo che al 30 settembre 2022 ha raggiunto i 628 milioni di euro (+4% rispetto ai primi nove mesi del 2021) e l’Ebitda inclusivo dei costi di locazione (EbitdaaL) che si attesta a 585 milioni di euro, segnando un incremento del 4% rispetto ai primi nove mesi del 2021.

I risultati della telco arrivano a pochi giorni dalla pubblicazione del rapporto annuale dell’Area studi di Mediobanca sul mercato delle tlc che ha evidenziato come in Italia, nel 2021, Fastweb sia l’unico dei grandi player in crescita in crescita (+3,7% rispetto al 2020). Anche nel quinquennio 2017-2021 prevalgono i segni meno: escludendo le società in start-up e le più piccole Eolo, Linkem e PosteMobile, ancora una volta è solo Fastweb a crescere (+22,6%). 

Crescita dei clienti ultra-broadband e mobile

Sulla penetrazione dei servizi di connettività a banda ultralarga, al 30 settembre 2022 i clienti Fastweb che hanno sottoscritto connessioni ultraveloci erano 2,3 milioni, in aumento del 5% rispetto allo scorso anno. Circa l’85% della base clienti (+6 punti percentuali rispetto ai primi nove mesi del 2021), usufruisce di una connessione con performance da 100 Mbps fino a 1 Gigabit. Attualmente oltre 330.000 clienti navigano ad una velocità fino a 2,5 Gigabit al secondo.

WHITEPAPER
Cloud: 8 punti per scoprire subito se serve alla tua azienda
Cloud
Cloud storage

Il segmento mobile continua la crescita a doppia cifra. Al 30 settembre le Sim attive sono 2,94 milioni, +27% rispetto allo stesso periodo del 2021, posizionando Fastweb sul mercato italiano tra i top performer. La quota dei clienti “convergenti”, che adottano servizi mobili assieme a quelli fissi, rappresenta il 40% della customer base di Fastweb (+4 punti percentuali in 12 mesi).

Divisione wholesale, ricavi a +12%

Particolarmente significativa la performance della divisione Wholesale con il numero di clienti che nei primi nove mesi del 2022 balza a 418.000, segnando un aumento del 76% rispetto all’anno precedente. È una conferma – sottolinea l’azienda – della centralità della strategia di Fastweb che punta ad accelerare la digitalizzazione del Paese fornendo infrastrutture di nuova generazione non solo ai propri clienti ma anche a quelli di altri operatori nazionali che si affidano per questo alle sue reti. La divisione Wholesale raggiunge ricavi pari a 210 milioni di euro, in crescita del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Divisione enterprise, market share al 34,5%

La Business Unit Enterprise registra ricavi in crescita che nei primi nove mesi dell’anno a 736 milioni di euro (+3% rispetto al pari periodo 2021), un incremento sostenuto grazie al portafoglio di servizi abilitanti la digital transformation delle Pa e delle aziende, inclusi quelli di cloud computing e di sicurezza informatica e alla forte reputazione – la più alta del mercato in questo segmento. Il posizionamento di Fastweb nel mercato Enterprise si consolida, raggiungendo una quota pari al 34,5%.

Investimenti in 5G, cloud e cybersecurity

Anche nel terzo trimestre dell’anno, Fastweb ha confermato il proprio primato negli investimenti che si attestano a 150 milioni di euro, per un totale di 449 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno, un importo pari al 25% dei ricavi, indirizzati principalmente allo sviluppo di reti ultra-performanti per la digitalizzazione del Paese e di tecnologie e servizi avanzati per il cloud e la cybersecurity. Al 30 settembre la rete mobile 5G copre il 62% del territorio nazionale mentre la copertura tramite rete 5G Fwa raggiunge 3,5 milioni di abitazioni.

La strategia: futuro connesso, inclusivo e sostenibile

Gli investimenti giocano un ruolo importante anche nel percorso volto alla realizzazione di “Tu sei Futuro”, la nuova visione strategica che mette al centro le persone affinché possano essere parte di un futuro più connesso, inclusivo ed ecosostenibile. Fastweb prosegue la propria azione per il raggiungimento della completa carbon neutrality entro il 2025. Dallo scorso settembre tutte le connessioni Internet fisse e mobili di Fastweb sono a zero emissioni di CO2, grazie ad iniziative di compensazione non solo di tutte le proprie emissioni dirette residue e di quelle collegate all’erogazione dei servizi (operations), ma anche delle emissioni generate dall’utilizzo dei servizi da parte dei clienti.

Fastweb conferma il proprio impegno nella diffusione delle competenze digitali, attraverso i corsi gratuiti della Fastweb Digital Academy che nei primi nove mesi ha registrato circa 30mila partecipanti ai corsi e avviato nuovi percorsi formativi altamente professionalizzanti, tra cui la seconda edizione del corso dedicato alla formazione del Cybersecurity Analyst.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
Fastweb

Approfondimenti

C
Cloud
D
Digital transformation
M
mobile

Articolo 1 di 4