STRATEGIE

Iliad scalda i motori per lo sbarco nel fisso, accordo anche con FiberCop?

La società guidata da Benedetto Levi ha già siglato un’intesa con Open Fiber ma per estendere la “copertura” dell’offerta al via dopo l’estate dovrà necessariamente appoggiarsi a un’infrastruttura più capillare. Il modello? Quello di Tiscali e Sky

04 Giu 2021

Mila Fiordalisi

Direttore

benedetto-levi

Iliad potrebbe siglare un’intesa con FiberCop, la newco wholesale Tim-Kkr- Fastweb per allargare la copertura infrastrutturale in vista dello sbarco nel fisso previsto dopo l’estate. Secondo quanto riferisce il Sole 24 Ore, l’azienda guidata da Benedetto Levi avrebbe già avviato un’interlocuzione ma contattata da CorCom si limita a un no comment.

L’ipotesi di un accordo con FiberCop è più che plausibile. L’intesa siglata con Open Fiber già garantisce una certa copertura ma non sarà sufficiente per il lancio di un’offerta capillare a livello nazionale. L’altra ipotesi sul piatto potrebbe essere un accordo separato con Fastweb, alla stregua di quanto fatto da Sky.
Secondo quanto risulta a CorCom è da escludersi invece un ingresso nell’azionariato dato che il quarto operatore non ha alcun asset eventuale da conferire, anche se potrebbe partecipare al progetto sulla base di accordi di lungo periodo sulla base dei minimi garantiti ed eventualmente partecipare al co-investimento sul modello Tiscali-FiberCop.
@RIPRODUZIONE RISERVATA