SCENARI

Mobile market: le eSim in crescita del 54%, ma sul 2022 pesa la crisi dei chip

I dati della Trusted Connectivity Alliance: nel 2021 il traino dall’Internet of things e dall’automotive con un’impennata delle connessioni machine-to-machine. In aumento le card 5G grazie ai più alti livelli di sicurezza e privacy

05 Apr 2022

Patrizia Licata

giornalista

eSim studio Tca 2021

L’adozione delle eSim (embedded-Sim) è cresciuta del 54% nel 2021 grazie alla spinta delle connessioni mobili tra oggetti, con i casi d’uso dell’IoT e dell’automotive a trainare il risultato. Aumenta anche l’adozione da parte dei consumatori, ma con un freno rappresentato dallo scenario politico incerto, dalle sanzioni economiche e dalla carenza di chip che impatta il mercato degli smartphone. Le Sim tradizionali restano predominanti (4,35 miliardi di unità), ma anche qui i volumi sono stati colpiti dalla crisi dei chip.

È quanto rivelano i dati di mercato pubblicati dalla Trusted connectivity alliance (Tca), che riunisce aziende dell’ecosistema mobile con l’obiettivo di favorire una connettività sicura e affidabile (precedentemente SimAlliance). L’incremento complessivo del 54% indica le transazioni sui profili eSim, ovvero il numero di volte in cui è stato scaricato il profilo di un operatore mobile.

Le telco investono in piattaforme per la gestione degli abbonamenti

La crescita nell’adozione delle eSim nel 2021 è stata favorita, si legge nella nota della Tca, da un’infrastruttura globale diffusa che è usata da tutti i principali operatori Tier 1 e Tier 2. In parallelo continuano a crescere gli investimenti in piattaforme di gestione degli abbonamenti (eSim subscription manager), che permettono di gestire l’intero ciclo di vita della Sim virtuale (creazione del codice di attivazione e del profilo del cliente, autenticazioni e così via).

WHITEPAPER
La Digital servitization lungo l'intera value chain
Manifatturiero/Produzione
Smart manufacturing

Sono aumentati anche i volumi di eSim distribuite dai membri della Tca: +9% anno su anno, pari a 337 milioni di unità. Secondo l’alleanza la crescita proseguirà nel 2022, con una crescita prevista a due cifre per il mercato totale delle eSim.

L’M2M spinge il mercato delle Sim virtuali

I volumi di eSim distribuite sono aumentati principalmente grazie ai casi d’uso dei settori IoT e automotive. I membri della Tca hanno riportato una crescita del 38% nei volumi di eSim M2M.

La eSim è una Sim capace di ospitare vari profili Sim contemporaneamente, secondo la definizione della Gsma ripresa dalla Tca. Supporta l’erogazione del servizio di connettività mobile da remoto, over-the-air e in sicurezza, nonché l’aggiornamento remoto delle sue funzionalità e applicazioni. Le eSim possono essere o legate a un device o rimovibili. Per la Tca sono uno strumento sicuro e flessibile per la connettività mobile in grado di soddisfare complesse necessità logistiche di diversi settori industriali.

In crescita le Sim 5G, focus sulla sicurezza

Nel 2021 sono aumentate anche le Sim 5G distribuite. La “Recommended 5G Sim” secondo la definizione della Tca promuove i più alti livelli di sicurezza, privacy e funzionalità sulle reti 5G per permettere agli operatori di valorizzare al massimo i loro investimenti e supportare i diversi casi d’uso del 5G.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3