Telefonica Deutschland, ok dalla Ue al takeover su e-Plus - CorCom

IL MERGER

Telefonica Deutschland, ok dalla Ue al takeover su e-Plus

Autorizzazione finale alla fusione che darà vita al più grande operatore Tlc in Germania. Il deal dovrebbe concludersi entro fine 2014. Il Cfo: “Ora sfideremo il mercato con prodotti e servizi sempre più competitivi”

29 Ago 2014

A.S.

Telefonica Deutschland ha ricevuto la luce verde dall’Unione europea per l’acquisizione del gruppo E-Plus dalla controllante olandese Kpn: un accordo che comporterà la nascita del più grande gestore di telecomunicazioni tedesco in termini di utenti.

“Con l’autorizzazione finale della Commissione europea appena ottenuta, potremo chiudere al più presto la transazione e creare l’azienda leader per le telecomunicazioni digitali nel Paese – ha commentato Markus Haas, Cso di Telefonica Deutschland. “Mettendo insieme i punti di forza di Telefonica Deutschland e di E-Plus la nuova compagnia è ben posizionata per sfidare il mercato con prodotti e servizi sempre più innovativi – ha aggiunto Rachel Empey, Cfo di Telefónica Deutschland – combinandoli con le migliori opportunità per i consumatori”.

Nel corso del processo di acquisizione Telefonica Deutschland aveva accettato le prescrizioni antitrust, a giugno, di vendere il 20% della propria capacità di rete mobile, con la possibilità di estendere la vendita a un ulteriore 10%. In virtù di questo impegno Telefonica Deutschland ha siglato un accordo per cedere capacità alla concorrente più piccola Drillisch, e oggi la Commissione euroepa ha confermato l’adeguatezza di questa operazione, certificando che rispetterebbe tutte le condizioni per l’approvazione del merger.

Nelle intenzioni della compagnia tedesca c’è ora la prospettiva di chiudere l’acquisizione entro la fine del 2014: il prossimo passo sarà quello di mettere in campo tutti i mezzi finanziari che serviranno per portare a termine la fusione.

La nuova società potrà contare su una quota di mercato di circa il 30% in Germania, e sarà utile a Telefonica per affrontare da una posizione migliore la battaglia sul mercato tedesco con con Vodafone e Deutsche Telekom.