Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL BILANCIO

Tiscali in utile per la prima volta, upgrade del piano industriale 2018-2021

Nel 2017 profitti a 800mila euro. Ricavi a 207,6 milioni in crescita del 5,4% spinti dai clienti broadband fisso e mobile e dalla progressiva rifocalizzazione sul core business. Sul piatto 35 milioni per finanziare la crescita dei prossimi tre anni

11 Mag 2018

F. Me

Tiscali vede l’utile per la prima volta nella sua storia. Nel 2017 la società  ha registrato profitti per 0,8 milioni. I ricavi sono stati pari a 207,6 milioni in crescita del 5,4% rispetto all’esercizio 2016, grazie alla crescita dei clienti broadband fisso (+11mila clienti in crescita del 2,5% sul 2016) e mobile (+64 mila clienti in aumento del 39% su 2016) e alla progressiva rifocalizzazione sul core business. 

L’ebitda si è attestato sui 29 milioni in crescita del 7,1% rispetto all’esercizio 2016, grazie alla crescita dei ricavi e alla riduzione dei costi fissi aziendali, in particolare dei costi del personale (- 5,8 milioni di euro rispetto al 2016) per effetto della riduzione del -30% (oltre 300 unità) dell’headcount rispetto a dicembre 2016.

A seguito del parere positivo Agcom sul rinnovo della licenza a Tiscali su frequenza 3.5GHz fino al 2029, il cda ha approvato il piano industriale 2018-2021.

Il 7 maggio 2018, i principali azionisti, Investment Construction Technology e Sova, precedentemente conosciuta come Otkritie Capital, si sono impegnati “a provvedere alle esigenze di liquidità del gruppo, per un importo pari a 17,5 milioni ciascuna, direttamente o indirettamente per il tramite di uno o più soggetti finanziatori terzi, nel corso del 2018”. Il cda chiederà all’assemblea un mandato per l’emissione di un prestito obbligazionario convertibile e/o di un aumento di capitale riservato di 35 milioni, da eseguire entro il 2018. Inoltre prevede il reperimento di ulteriori risorse finanziarie di medio-lungo periodo destinate allo sviluppo del piano di investimenti complessivo, “le cui modalità e tempistiche definitive sono tuttora in fase di definizione”.

Alle banche Tiscali ha chiesto una moratoria sui pagamenti e di concedere il reset dei covenants contrattuali alla luce del nuovo Piano 2018-2021; di ridefinire il piano di ammortamento complessivo del debito per leasing relativo all’immobile di Sa Illetta.

Nel corso del 2017 è proseguito il percorso di forte efficientamento dei costi operativi. In particolare Tiscali ha portato a termine l’attività di ristrutturazione del proprio perimetro aziendale, portando il numero degli addetti full time equivalent da 948 unità a dicembre 2016 a 642 unità a dicembre 2017 con la cessione del ramo d’azienda Business a Fastweb, esternalizzazione delle attività IT a Engineering, razionalizzazione delle attività Over The Top.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
engineering
F
fastweb
O
Otkritie
T
Tiscali

Articolo 1 di 5