LE NOMINE

Un “contiano” alla presidenza Agcom. In pole Chieppa, Cozzoli e Garofoli

Secondo quanto risulta a CorCom si starebbe puntando su una figura di alto profilo giuridico-istituzionale per la guida dell’Authority per le Comunicazioni

26 Gen 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Una figura di alto profilo giuridico-istituzionale per la presidenza dell’Agcom. In vista delle votazioni per il rinnovo dell’Authority, in calendario il prossimo 18 febbraio alla Camera e al Senato (in ballo anche quello del Garante Privacy), spuntano nuovi nomi. Secondo quanto risulta a CorCom il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si sarebbe espresso a “favore” di una figura “super-partes”, ossia non legata, almeno “formalmente”, ad alcun partito.

Roberto Chieppa, Vito Cozzoli e Roberto Garofoli i tre nomi che stanno circolando nelle ultime ore.

La presidenza di Agcom

Giurista e Segretario generale della Presidenza del consiglio, il magistrato Roberto Chieppa è stato Segretario generale dell’Antitrust da dicembre 2011 a giugno 2018. L’avvocato Vito Cozzoli, capo di Gabinetto al Ministero dello Sviluppo economico a guida Stefano Patuanelli, aveva rivestito lo stesso incarico con Luigi Di Maio.

Capo di Gabinetto del Ministero dell’Economia nel governo Conte I – ma anche dei governi Gentiloni e Renzi – Roberto Garofoli si è dimesso lo scorso dicembre a seguito delle accuse dei 5Stelle – era stato additato come “la manina” che aveva introdotto in manovra una norma pro-Croce Rossa. Magistrato del Consiglio di Stato Roberto Garofoli vanta una lunga carriera istituzionale.

I 4 Commissari

Per Antonello Giacomelli – ex sottosegretario alle Comunicazioni del governo Renzi, dato finora per super-favorito – si starebbe dunque prospettando una poltrona da Commissario. Riguardo agli altri commissari restano in “pole” Emilio Carelli (5Stelle), il giurista e docente Vincenzo Zeno-Zencovich caldeggiato dal centro-destra e la dirigente del Mise Laura Aria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2