L'INIZIATIVA

Linkedin lancia Open for Business, lo spazio virtuale per piccole imprese

Dopo gli Stati Uniti, la funzionalità debutta anche in Italia. Il Country manager Italy Albergoni: “Vogliamo digitalizzare il passaparola”

25 Nov 2019

L. O.

Liberi professionisti e piccoli imprenditori: da ora Linkedin apre uno spazio anche per loro. Si chiama Open for Business la nuova funzione che punta, spiega l”azienda, a “digitalizzare il passaparola, rendendo più semplice per gli utenti eseguire ricerche, comunicare e fornire referenze”.

Dopo un lancio iniziale negli Stati Uniti nel corso dell’estate, la funzione è ora disponibile per Pmi e liberi professionisti in 28 lingue, italiano compreso. Alla base una ricerca Linkedin, secondo cui le piccole imprese si affidano fortemente al passaparola per acquisire nuovi clienti.

Una funzione utile soprattutto in Italia dove, dice Marcello Albergoni, Country Manager di Linkedin Italy, “l’economia è trainata dalle piccole e medie imprese. E grazie ai 660 milioni di iscritti a livello globale, dei quali 13 milioni solo nel nostro paese, Linkedin è in una posizione unica per aiutare qualsiasi piccolo imprenditore e freelance ad avere successo sulla piattaforma”.

Il lancio globale della nuova opzione include una nuova funzionalità di condivisione che fornisce agli iscritti un’immagine personalizzata da condividere che indica che si è Open for Business per la propria rete di contatti.

Open for Business: cosa si può fare

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Grazie alla nuova funzione sarà possibile elencare i servizi che vengono forniti direttamente sul proprio profilo, comunicare alla propria rete che si è Open for Business tramite una nuova funzione di condivisione sul social network, essere individuati nel motore di ricerca tramite un filtro per i fornitori di servizi e infine ricevere da chiunque un messaggio privato in maniera gratuita.

Inoltre sarà possibile, per gli iscritti alla ricerca di servizi specifici, cercare e filtrare i risultati per determinare quali fornitori di servizi sono disponibili e più adatti a soddisfare le proprie esigenze professionali, esplorare l’elenco completo dei servizi offerti e inviare un messaggio direttamente al fornitore di servizi, chiedere suggerimenti.

Ad esempio, se il fornitore di servizi ha indicato che offre servizi di marketing e un iscritto cerca “marketing”, ora quest’ultimo sarà in grado di visualizzare il fornitore di servizi nei risultati di ricerca con informazioni sui servizi offerti. Gli iscritti vengono quindi incoraggiati a inviare un messaggio direttamente al fornitore di servizi per ottenere ulteriori informazioni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA