INNOVAZIONE

Battezzato il robot made in Italy per la fabbrica 4.0

In vetrina al Mwc19 il primo esemplare di “cobot”: l’automa collaborativo è frutto della partnership tra Exprivia-Italtel e la multinazionale giapponese Fanuc

27 Feb 2019

L. O.

Il caffè? Lo prepara il robot. E’ il risultato delle tecnologie messe a punto dalla partnership avviata da Exprivia-Italtel e Cisco con Fanuc, multinazionale giapponese specialista nella produzione di robot industriali, ed Elettric80 specializzata in soluzioni di automazione di fabbrica che integrano tecnologie Fanuc a supporto della Fabbrica 4.0.

Il primo risultato di questa collaborazione, in mostra al Mobile World Congress, è il robot collaborativo Fanuc CR-4iA interconnesso per mezzo di una rete 5G intelligente, in grado di essere comandato attraverso chatbot e comandi vocali.

Machine Learning, intelligenza artificiale e Computer Vision danno vita a un “cobot”, robot collaborativo in grado di riconoscere, afferrare e posizionare, tramite il riconoscimento visivo, una determinata cialda di caffè tra quelle presenti basandosi sul riconoscimento del colore e a partire da una richiesta vocale dell’utente. La possibilità di interagire vocalmente è resa possibile dalla soluzione sviluppata da Cisco “Cisco WebEx Teams”, “Questit Qplus” e dai più comuni assistenti vocali.

Il riconoscimento visivo – sviluppato da Exprivia-Italtel che è anche il system integrator dell’intera soluzione – è un elemento distintivo ottenuto attraverso un algoritmo di computer vision. Il connubio tra sensore di visione e ‘cobot’ porta allo sviluppo di strumenti per la raccolta e l’analisi dei dati generati dalle macchine in rete in produzione con l’obiettivo di incrementare la produttività.

La collaborazione con Elettric80 è fondamentale per dirigere gli sviluppi innovativi verso applicazioni che risolvano le problematiche riscontrati in campo nei numerosi impianti di produzione automatizzati realizzati presso i numerosi clienti su scala mondiale.

WEBINAR
AI, protezione dei dati e flessibilità: anche questo è Storage
Intelligenza Artificiale
Storage

“La collaborazione con Fanuc ci consente di essere al fianco delle imprese più virtuose che stanno guardando a un modello industriale ultra-connesso – dice Gerardo Del Vecchio, Head of Partnership and Ecosystem Management del gruppo Exprivia|Italtel -. L’integrazione delle soluzioni IoT è il vero acceleratore di competitività e crescita nel percorso verso Industria 4.0”.

“La chiave del successo è sempre più rappresentata dalla collaborazione e dall’integrazione delle competenze in ambiti diversi, unite nello sforzo comune di far avanzare in produttività ed efficienza le fabbriche di domani – dice Marco Ghirardello, Managing Director di Fanuc Italia e Vice President di Fanuc Europe -. Abbiamo scelto come partner Exprivia|Italtel, che assicura alle soluzioni tecnologiche di Fanuc le più avanzate caratteristiche di connettività e semplicità di implementazione nelle architetture IoT anche più impegnative”.

“L’avvento del 5G consente lo sviluppo di soluzioni innovative in ambito Impresa 4.0 – dice Raffaello Sernicola, Telco Innovation Leader di Cisco Systems Italy -: grazie alla collaborazione dei diversi partner tecnologici e di integrazione, sia in ambito di automazione industriale che di telecomunicazione, porteranno benefici ai clienti finali in termini di aumento di produzione e riduzione dei costi”.

“La sinergia tra innovazione in ambito automazione e comunicazione – dice Marco Casarini, Direttore Tecnico di Elettric80 –: abilita nuovi scenari di monitoraggio e controllo remoto degli impianti con benefici per tutti gli attori della supply chain”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
exprivia-italtel
R
robot