Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

COMUNICAZIONE

Social media sotto la lente degli scienziati, alleanza Agcom-Cnr

Focus su approcci di policy regolatoria adeguati ai nuovi sistemi di informazione e dei media. Nascerà a Napoli il Laboratorio Internazionale sulla Complessità

22 Feb 2019

Agcom affila le armi per potenziare l’analisi dei social media. L’authority guidata da Marcello Cardani sigla infatti una convenzione con l’Istituto Sistemi Complessi, polo di eccellenza nazionale e internazionale operante presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Focus sulla realizzazione di studi sulle metodologie e gli approcci di policy regolatoria più adeguati a governare la complessità nel sistema dell’informazione e dei media.

In particolare presso l’Istituto Sistemi Complessi è attivo il progetto di ricerca Amofi (Analisi e Modelli dei Flussi Informativi nelle Reti Sociali) basato sul monitoraggio del traffico sui social media proveniente dalle fonti di informazione dei media europei per analizzare il comportamento degli utenti, i modelli di diffusione e la eventuale nascita di comunità isolate intorno ad argomenti polarizzanti o meno.

L’intesa prevede la creazione di gruppi di lavoro e strutture stabili di coordinamento per attività di ricerca ed eventi di divulgazione. Come prima attività di attuazione della convenzione, si prevede l’istituzione a Napoli di un Laboratorio Internazionale sulla Complessità, a cui, oltre a Agcom e Isc-Cnr, prenderà parte anche il Centro Studi “Gaetano Salvemini”.

Non basta: presso le strutture dell’Isc operano ricercatori che svolgono analisi dei big data e che applicano le tecniche all’analisi, la modellazione, la progettazione e le valutazioni dei rischi per i sistemi economici, sociologici e tecnologici interessati, tra l’altro, dalla diffusione dell’informazione online.

“La scienza della complessità, che trae le sue origini nella fisica – scrive l’autorità in una nota -, trova ormai numerose applicazioni interdisciplinari in tutti i campi del sapere moderno, comprese le dinamiche sociali, Internet e lo studio dei sistemi economici”.

La convenzione si innesta nell’ambito delle attività di analisi avviate con l’indagine conoscitiva su “Piattaforme digitali e sistema dell’informazione” e con quelle regolamentari indagate dal “Tavolo Pluralismo e Piattaforme online“.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agcom
C
cnr
I
informazione
S
social media

Articolo 1 di 4