Ericsson e Samsung: accordo globale sulle licenze di brevetto, 5G incluso - CorCom

IL PATTO

Ericsson e Samsung: accordo globale sulle licenze di brevetto, 5G incluso

Messa la parola fine alle controversie legali in corso tra le parti: raggiunta un’intesa pluriennale retroattiva al primo gennaio 2021

07 Mag 2021

Veronica Balocco

Ericsson e Samsung hanno raggiunto un accordo pluriennale sulle licenze di brevetto globale tra le due società, compresi i brevetti relativi a tutte le tecnologie cellulari. L’accordo di licenza incrociata copre le vendite di infrastrutture di rete e telefoni a partire dal 1 ° gennaio 2021.
In questo quadro, le due società hanno concordato progetti di cooperazione tecnologica per far avanzare il settore della telefonia mobile verso una standardizzazione aperta e creare soluzioni preziose per consumatori e imprese.

Un’intesa che conferma il valore di entrambi i portafogli brevetti

L’accordo pone fine ai reclami presentati da entrambe le società dinanzi alla Commissione per il commercio internazionale degli Stati Uniti (Usitc), nonché alle cause legali in corso in diversi Paesi e conferma il valore del solido portafoglio di brevetti di entrambe le società. I dettagli dell’accordo sono riservati e non saranno divulgati.
I ricavi delle licenze Ipr di Ericsson continuano a essere influenzati da diversi fattori, principalmente accordi di licenza di brevetto scaduti in attesa di rinnovo, impatto geopolitico sul mercato dei telefoni, passaggio tecnologico dal 4G al 5G e possibili effetti valutari futuri. Nel secondo trimestre del 2021, i ricavi delle licenze Ipr, incluso il nuovo accordo che copre le vendite dal 1° gennaio 2021, dovrebbero essere da 2,0 a 2,5 miliardi di Sek.
“Siamo lieti di firmare un accordo reciprocamente vantaggioso con Samsung – afferma Christina Petersson, Chief intellectual property officer di Ericsson -. Questo importante accordo conferma il valore del nostro portafoglio di brevetti e illustra ulteriormente l’impegno di Ericsson nei confronti dei principi Frand”.

In prospettiva un aumento dei ricavi da diritti a lungo termine

Per diversi decenni, Ericsson ha effettuato investimenti significativi in ricerca e sviluppo e nello sviluppo di standard mobili globali e si impegna a concedere in licenza i suoi brevetti essenziali per standard a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (Frand) a beneficio dei consumatori e delle imprese ovunque. Il sistema Frand consente l’accesso alla tecnologia e alla proprietà intellettuale, sviluppate da inventori come Ericsson, e premia anche quegli inventori per il loro importante investimento iniziale in ricerca e sviluppo in ogni generazione mobile.

Il valore del portafoglio di proprietà intellettuale di Ericsson si estende a oltre 57mila brevetti concessi ed è rafforzato da investimenti annuali in ricerca e sviluppo di circa 40 miliardi di Sek. Con una posizione di leadership globale nel 5G, la società è fiduciosa di aumentare i suoi ricavi da diritti di proprietà intellettuale a lungo termine, massimizzando così ulteriormente il valore del portafoglio complessivo di brevetti.

Ericsson a Telco per l’Italia 2021

PER ISCRIVERSI CLICCARE QUI

13 maggio ore 17 – Il 5G alla prova dei fatti, quanto vale partita italiana

La quinta generazione mobile una rivoluzione senza precedenti: dal manufacturing alla sanità, dai trasporti alla cultura, tutto è destinato a cambiare. Ma il cantiere Italia procede al ralenti: come accelerare?

17.00 Mila Fiordalisi, Direttore CorCom

17.05 Alessandro Gropelli, General Director of Strategy & Communications Etno

  1. 15 Dibattito con il player di mercatoModera il direttore di CorCom Mila Fiordalisi

Sabrina Baggioni, Direttore programma 5G Vodafone Italia

Alessio De Sio, Chief Institutional and Communication Officer Zte Italia

Riccardo Mascolo, Direttore Strategia e 5G per le industrie Ericsson Italia

Massimo Mazzocchini, Deputy General Manager Huawei Italia

Luca Monti, 5G & Iot Project Director WindTre

Antonio Morabito, Responsabile Marketing Enterprise Market Tim

Alessio Murroni, VP Sales Europe Cambium Networks

Claudio Santoianni, Marketing & Corporate Affairs Nokia Italia

Gea Smith, Telecoms, Media & Technology Director di Capgemini Italia

18.15 Laura Di Raimondo, Direttore Asstel

18.30 – Dibattito con i politiciModera il direttore di CorCom Mila Fiordalisi

Enza Bruno Bossio, Deputata Partito Democratico, Commissione trasporti e Tlc Camera

Massimiliano Capitanio, Deputato Lega, Commissione Trasporti e Tlc Camera

Maurizio Gasparri, Senatore Forza Italia

Mirella Liuzzi, Deputata Movimento 5Stelle, Commissione Trasporti e Tlc Camera

Federico Mollicone, Deputato e Responsabile Innovazione Fratelli d’Italia

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2