L'Italia regina dei consumi hi-tech, lo smart working fa da traino - CorCom

IL REPORT

L’Italia regina dei consumi hi-tech, lo smart working fa da traino

Tassi di crescita fino al 64% per le vendite di notebook e tablet, secondo le rilevazioni di Context. E si stima una tenuta della domanda anche dopo l’estate

03 Lug 2020

L. O.

Impennata di vendite di notebook, tablet, cuffie durante il lockdown italiano. E’ il risultato della fotografia sui consumi digitali scattata da Context, secondo cui la domanda dei lavoratori in smart working e studenti ha spinto la crescita del canale IT per alcune categorie di prodotti di hi-tech.

Il picco massimo è stato registrato dai notebook con un rialzo di vendite del 62% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Balzo anche per i tablet (vendite aumentate del 64%), le cartucce di inchiostro (11%), servizi (9,4%), cuffie (54,5%) e software per la security (30%).

Tiene la domanda di smartphone

Nonostante gli smartphone abbiano subito un rallentamento in pieno lockdown, il comparto ha tenuto tanto da tornare in area positiva di crescita (37,2%) nell’ultima fase del lockdown.

360digitalskill
Diventa un leader digitale: crea il percorso per te e il tuo team
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

I sistemi integrati hanno subìto un’accelerazione del 261% anno su anno con il lockdown mentre le vendite di desktop hanno continuato a diminuire dall’inizio dell’anno fino a toccare un – 29,8%, così come i toner (-20,8%) a causa della chiusura degli uffici. Sul fronte espositivo, diminuiti del 38% gli acquisti di alcune tipologie di segnaletica digitale come il Large Format Display.

“In futuro, ci aspettiamo che le categorie di lavoro e studio a distanza continuino a performare agli stessi livelli, visti anche i programmi di contenimento del virus che in Italia prevedono il permanere dello smart working in molti settori e la riapertura delle scuole solo dopo l’estate – dice Isabel Aranda, Country Manager per l’Italia di Context -. Anche se non è ancora chiaro come si configurerà il ritorno a scuola stimiamo che la domanda di notebook, tablet e materiali di consumo come le cartucce d’inchiostro rimanga forte nei prossimi mesi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

I
Isabel Aranda

Aziende

C
Context

Approfondimenti

N
notebook
S
smartphone
T
tablet