Smartphone 5g: tutto sui telefoni cellulari con 5g

I PILLAR DI CORCOM

Smartphone 5G: ecco quali scegliere, dai top di gamma ai low cost

Sul mercato italiano sempre più dispositivi mobili. Oltre ai “gioielli” di Apple, Samsung e Huawei, il cui prezzo sfonda i 1.000 euro, si fanno strada anche device più accessibili al di sotto dei 400 euro

01 Giu 2021

Antonello Salerno

La corsa al 5G inizia a entrare nel vivo. Dopo una prima fase di sperimentazione, che ha coinvolto in Italia i principali operatori di telefonia mobile con il coordinamento del ministero dello Sviluppo economico a Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Matera, il 2021 è l’anno in cui la rete di nuova generazione inizierà effettivamente a diventare operativa su scala globale. Il mercato degli smartphone e dei dispositivi mobili si sta così attrezzando per farsi trovare pronto a questo debutto, lanciando una serie di dispositivi compatibili con il 5G in ogni fascia di prezzo, dai top di gamma che viaggiano sopra ai mille euro fino a quelli accessibili a una platea più ampia di utenti, che arrivano a costare meno di 400 euro.

A questo proposito c’è da aggiungere che soprattutto nelle fasce di prezzo centrali e in quelle più basse è previsto l’arrivo nei prossimi mesi e soprattutto nel prossimo anno di una nuova ondata di modelli. Secondo i dati pubblicati recentemente da Abi research infatti, nel 2022 almeno tre device su cinque (il 60%) avranno un prezzo medio-basso, a fronte di un volume di consegne che sfiorerà i 549,3 milioni di unità. Il calo dei prezzi, secondo la ricerca, sarà dovuto alla crescente disponibilità di componenti meno costose, a cominciare da chip più economici prodotti da Qualcomm, MediaTek e Unisoc. Ecco una panoramica dei principali modelli al momento disponibili sul mercato

Cos’è il 5G

La “G” sta per “generation”, è la quinta generazione dello standard per la trasmissione dati attraverso una rete di telefonia mobile. Arriva dopo l’1G (il vecchio “Tacs”) in cui i segnali radio erano trasmessi in forma “analogica”, il 2G (il Gsm), il 3G (Umts) e il 4G (LTE, long term evolution, “evoluzione a lungo termine”). Ma a differenza delle altre generazioni il 5G non è solo una nuova “interfaccia radio” perché qui la rete da “fisica”, la rete diventa “virtuale. Il servizio in mobilità rivestirà una parte decisiva: dunque le reti wireless, integrate con le reti fisse in fibra, avranno un ruolo centrale. Le caratteristiche principali del 5g sono i ridottissimi tempi di latenza, una ampiezza di banda mosto superiore rispetto al 4G e l’alta velocità di trasmissione dei dati: tutti elementi che consentiranno l’implementazione di servizi in real time come ad esempio la guida autonoma in campo automotive.

Quali cellulari supportano il 5G?

Gli smartphone 5G sono sbarcati sul mercato consumer lo scorso anno, nel 2020, ma la vera e propria “invasione” arriverà nell’anno in corso e soprattutto, secondo le previsioni dei principali istituti di ricerca, nel 2022. Per poter supportare il nuovo standard i telefoni abilitati dovranno essere dotati di un chipset ad hoc montati dalla casa costruttrice: dovrà trattarsi dunque essenzialmente di smartphone nuovi, e di modelli per i quali sia espressamente indicata la compatibilità con il nuovo standard.

New call-to-action

Come sapere se uno smartphone supporta il 5G

Per sapere se uno smarthone supporta il 5G quindi si dovrà essenzialmente verificare in fase di acquisto che il device sia abilitato, controllando tra le caratteristiche tecniche del prodotto. Non basta infatti che un modello sia di nuova produzione perché sia compatibile con il 5G: questo avverrà probabilmente con il passare del tempo nei prossimi anni, ma mano che la copertura sarà sempre più estesa e prenderanno piede i nuovi servizi.

La copertura del 5G

Secondo l’ultima edizione dell’ Ericsson mobility report nel 2026 quattro abbonamenti mobili su dieci saranno 5G. Grazie alla diffusione degli abbonamenti 5G e alla progressiva copertura della popolazione, secondo lo studio, questa tecnologia verrà implementata più rapidamente di qualsiasi altra generazione di connettività mobile. Il report stima infatti che, entro la fine del 2020, oltre 1 miliardo di persone – ossia il 15% della popolazione mondiale – vivrà in un’area raggiunta da copertura 5G. Nel 2026, poi, il 60% della popolazione mondiale avrà accesso alla copertura 5G e il numero di abbonamenti raggiungerà i 3,5 miliardi.

La novità: Vivo lancia lo smartphone ufficiale della eSerie A Tim/Fifa 2021

I due nuovi modelli del quinto produttore mondiale di smartphone, Vivo, potranno contare su una partnership con la eSerie A TIM | FIFA21, per offrire al pubblico di gamer e appassionati di eSports la tecnologia d’avanguardia ideale per esprimere al meglio la propria passione sportiva. I due modelli sono l’X60Pro 5G e Y72 5G. “La tecnologia fa parte della vita quotidiana ed è diventata anche il mezzo attraverso il quale esprimere le proprie passioni, viverle intensamente e poterle raccontare alle persone vicino a noi – spiega Lindoro Ettore Patriarca, direttore Retail e Marketing di vivo in Italia – vivo, grazie alla tecnologia dei nuovi vivo X60Pro 5G e Y72 5G con eSerie A TIM | FIFA21 condivide le passioni degli italiani e li accompagna in un percorso sempre coinvolgente, immersivo e divertentissimo”.

Il nuovo flagship lanciato dall’azienda, il vivo X60Pro, è dotato di connettività 5G per il trasferimento rapido di dati e bassa latenza. Utilizza la piattaforma Qualcomm Snapdragon ™ 870 ed è dotato di un display Ultra O Amoled edge da 6,56 pollici con una refresh rate di 120 Hz* e response rate di 240 Hz, caratteristiche che contribuiscono a rendere l’esperienza utente rapida e fluida. Le serie vivo X e Y hanno già ricevuto importanti riconoscimenti dagli utenti europei, e recentemente vivo ha presentato anche il vivo Y72 5G, dotato di una fotocamera principale da 64 Megapixel, 8 GB di RAM combinati con 128 GB di spazio di archiviazione e alimentato da una batteria da 5000 mAh, che consente agli smartphone di avere un’autonomia di due giorni tra una ricarica e l’altra.

Gli smartphone 5G – I modelli top di gamma

Apple iPhone 12

Il nuovo nato di casa Apple è sbarcato sul mercato italiano nell’ultimo trimestre del 2020, e la connettività 5G è una delle principali novità di questo smartphone, che conta su tre modelli: iPhone12, iPhone12 mini e iPhone 12 Pro, tutti con processore Apple A14 bionic e 4Gb di Ram.

La caratteristica principale dell’iPhone 12 mini sono le dimensioni ridotte (131,5 x 64,2 x 7,4 mm, per uno schermo da 5,4 pollici), mentre il peso è di 133 grammi e la batteria è da 2.207 mAh. Disponibile con memoria da 64, 128 o 256 GB e in 5 colori, il prezzo è rispettivamente di 839, 889 e 1.009 euro.

Cresce di dimensioni l’iPhone 12 “classico”, che conta invece su un display da 6,1 pollici, e ha gli stessi colori e gli stessi tagli di memoria del modello “mini”. Il prezzo in questo caso sale, a seconda della memoria a 939, 989 e 1.109 euro.  Le dimensioni sono di 146,7 x 71,5 x 7,4 mm, per un peso di 162 grammi e una batteria da 2.815 mAh

Apple iPhone 12 Pro, disponibile anche nella versione Pro Max, conta rispettivamente su un display da 6,1 e 6,7 pollici, è disponibile in 4 colori e in tre tagli di memoria: 128, 256 e 512 Gb. Il Pro arriva sul mercato a un prezzo di 1.189, 1.309 e 1.539 euro a seconda della memoria. Il modello Apple iPhone 12 Pro Max invece, con lo schermo leggermente più grande ma le stesse prestazioni e caratteristiche di memoria, costa rispettivamente 1.289, 1.409 e 1.639 euro.

Tutti i modelli di Iphone 12 montano tre fotocamere posteriori da 12 megapixel. L’apertura del sonsore principale è F/16, con in più l’ultra grandangolare FoV 120 gradi e F/2.4

Samsung Galaxy S21, S21 Plus ed S21 Ultra 5G

Il nuovo nato di casa Samsung è sbarcato sul mercato a inizio 2021 in tre modelli, tutti compatibili con il 5G.

Il Galaxy S21 base conta su un display da 6,2 pollici, pesa 1689 grammi e misura 151,7 x 71,2 x 7,9 millimetri. La batteria è da 4.000 mAh, mentre il sistema di fotocamere replica quello dell’s20, con sensore principale da 12 megapixel (f/1.8), ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 12 megapixel (f/2.2), teleobiettivo da 64 megapixel (f/2.0). Con i suoi 8Gb di Ram e 128 o 256 Gb di memoria, il Galaxy S21, come gli altri due modelli della stessa gamma, monta un processore Samsung Exynos 2100. Disponibile in quattro colorazioni, il prezzo varia da 879 a 929 euro.

Samsung Galaxy S21 Plus è disponibile in cinque colorazioni: ha uno schermo di 161,5 x 75,6 x 7,8 millimetri, per un peso di 202 grammi e una batteria da 4.800 mAh. Anche in questo caso l’apparato ottico rimane lo stesso del modello precedente, mentre le dotazioni di memoria sono di 128 o 256 Bg e 8 Gb di Ram, per un prezzo che varia dai 1.079 ai 1.129 euro. Quanto infine al Samsung Galaxy S21 Ultra 5G, è disponibile in cinque colorazioni, conta su un display da 6,8 pollici e misura 75.6×165.1×8.9mm. Il peso è di 227 grammi, mentre il sistema ottico conta su una fotocamera principale da 108 Mp, una 12Mp ultra grandangolare e due teleobiettivi 10m 3x e 10x, con uno zoom massimo fino a 100x. La fotocamera frontale è da 40Mp, mentre la batteria è da 5mila mAh. La memoria Ram è di 12 o 16 Gb, nel primo caso con 128 Bb e nel secondo con la possibilità di scegliere tra 256 o 512 Gb. Il prezzo è rispettivamente di 1.279, 1.329 e 1.459 euro.

Huawei Mate 40 Pro e Huawei P40

Huawei Mate40 Pro è il modello top di gamma di casa Huawei, e dispone di un display Touchscreen da 6.7 per una risoluzione di 2772×1344 pixel. Monta una fotocamera da 50 megapixel che consente di scattare foto  con una risoluzione di 8060×6200 pixel e di registrare video in 4K alla risoluzione di 3840×2160 pixel. Arrivato sul mercato ad aprile 2020, misura 162.9 x 75.5 x 9.1 millimetri e pesa 212 grammi. Monta chipset Huawei HiSilicon Kirin 9000, e il prezzo è di 1.090 euro.

Il P40 è invece sbarcato in Italia a marzo 2020, disponibile anche nelle versioni Lite e Pro. Quest’ultimo può contare su un display da 6,58 pollici e misura 158,2 x 72,6 x 8,95 millimetri. Monta una batteriaa da 4.200 mAh che può essere ricaricata via cavo o anche in modalità wireless a 40W. Il comparto ottico comprende un sensore principale da 50 megapixel (f/1.9), cun in più un grandangolare da 40 megapixel (f/1.8), un sensore da 12 megapixel (f/3.4) con sistema periscopico e zoom ottico 5X e sensore ToF per la profondità di campo. Il processore è lo Huawei HiSilicon Kirin 990, mentre la memori prevede 8 GB di Ram e 256 GB di memoria interna. Il prezzo consigliato è di 749 euro. Nella versione Lite il P40 è particolarmente competitivo in termini di prezzo, 299 euro.

Oppo Find X2 Pro

Lo sbarco in Italia di questo modello della casa cinese risale alla tarda primavera del 2020, nel mese di maggio. Due le colorazioni disponibili, una delle quali introduce la pelle vegana come novità nei materiali. L’Oppo Find X2 Pro Il display misura 7 pollici, il peso è di 207 grammi mentre le dimensioni sono di 165,2 x 74,4 x 8.8 millimetri. Il Find X2Pro monta una batteria da 4.260 mAh, ed è possibile la ricarica completa in 38 minuti grazie a un caricabatterie da 65 watt. Tre fotocamere posteriori: 48 megapixel f/1.7 con OPIS, ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 48 megapixel (f/2.2) e zoom ottico 5X da 13 megapixel(f/3.0). Il processore è di casa Qualcomm, lo Snapdragon 865 Qualcomm SDM865, mentre la memoria è di 12 GB di Ram e 512 GB di memoria interna. Il prezzo consigliato è di 1.199 euro.

OnePlus 8 Pro

Tra i modelli di produttori cinesi compatibili con il 5G spicca anche lo smartphone OnePlus 8 Pro, in Italia dalla primavera 2020, che monta un display da 6,78 pollici e misura 165,3 x 74,35 x 8,55 millimetri, per un peso di 199 grammi. Tre i colori disponibili, due le variabili di memoria (con 8 G d Ram e da 128 Gb di memoria interna), mentre la batteria da 4.510 MaH può essere ricaricata anche in modalità wireless a 30 watt. Quattro le fotocamere posteriori, con sensore principale da 48 megapixel (f/1.78), sensore ultra grandangolare (FoV 120 gradi) da 48 megapixel (f/2.2), zoom ibrido 3x da 8 megapixel (f/2.44) e sensore con filtro di colore da 5 megapixel (f/2.4). Il processore è il Qualcomm Snapdragon 865 SDM865, e il prezzo consigliato è di 819 euro.

Xiaomi Mi 11 5G

Il nuovo smartphone 5g top di gamma di casa Xiaomi è il Mi 11, che è stato presentato l’8 febbraio e arriverà sul mercato italiano a marzo. Il display è da 6,81 pollici, misura 164.3×74.6×8.06 millimetri e pesa 196 grammi. ll processore è uno Snapdragon 888 Qualcomm, e la batteria da 4.600mAh può essere ricaricata rapidamente sia tramite cavo, a 55W, sia in modalità wireless a 50W. Disponibile in due colorazioni, il prezzo consigliato è di 799,90 euro per la versione con 8 Gb di Ram e 128 Gb di memoria interna, e di 899,90 euro per kla versione con 256 Gb di memoria.

Tcl 20 Pro 5G

Tcl 20 Pro 5G è lo smartphone di fascia alta della casa, che va a inseririsi nel mercato premium degli smartphone. Conta su una batteria da 4.500 mAh, con un reparto fotografico anteriore che prevede una dotazione da 32 megapixel, mentre la parte posteriore la fotocamera principale è da 48 MP, con un sensore che ha un’apertura focale pari a f/1.8 e la possibilità di girare video in 4k. Il display è da 6.67 pollici con pannello Amoled. Il processore Qualcomm è un octa-core, e il telefono offre 6 Gb di Ram e 256 GB di memoria interna. Il peso è di 190 grammi. Tcl 20 Pro 5G arriva sul mercato al prezzo di 549 euro.

Gli smartphone 5G di fascia media

 Tra gli smartphone che rientrano in una fascia di prezzo “media” rientra una serie di modelli, che sono destinati ad aumentare con il passare del tempo per raggiungere una fascia sempre più ampia di utenti. Tra quelli più in vista al momento ci sono l’OnePlus 8, in pista da metà aprile, che costa 649 euro, e lo OnePlus 8T, al prezzo di 599euro.

Scendendo ancora di prezzo si passa alla gamma Mi 10 di Xiaomi, in cui si distingue lo Xiaomi Mi 10T, in pista da febbraio 2020, con prezzi a partire da 499 euro. E’ disponibile da giugno 2020 in Italia anche LG Velvet, con prezzi a partire da 599,90 euro, mentre della stessa fascia fanno parte anche l’Oppo Find X2 Neo, che arriva sul mercato al prezzo di 419,50 euro, il Motorola Edge, che costa 349 euro, e il RealMe X50 Pro 5G , il cui prezzo si aggira poco al di sopra dei 400 euro.

Gli smartphone 5G “low cost”

 Sotto alla soglia di prezzo dei 400 euro si attestano lo Xiaomi Mi 10 Lite e il Mi 10T Lite, lo OnePlus Nord, l’Oppo Find X2 Lite, e il Poco F2 Pro, sempre di casa Xiaomi, mentre a portare la bandiera di Motorola è il Moto G 5G Plus. Della fascia Low Cost fa parte anche il TCL 20 5G, presentato al Ces 2021 di Las Vegas e arrivato in Italia al prezzo di 299 euro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3