Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

M&A

Cellnex acquisisce Arqiva per 2,5 miliardi, (altro) maxi-deal nelle torri

Il gruppo spagnolo diventa il maggiore operatore di infrastrutture wireless nel Regno Unito. Con gli asset britannici aumenterà il proprio portafoglio a 53mila siti in tutta Europa

08 Ott 2019

L. O.

Maxi-accordo nel mondo delle torri Tlc. Cellnex Telecom acquisirà la divisione Tlc della britannica Arqiva per 2 miliardi di sterline (2,5 mld di euro), un deal che renderà il gruppo con sede a Barcellona il maggiore operatore di infrastrutture wireless nel Regno Unito.

L’operazione prevede l’acquisizione di circa 7.400 siti di proprietà e i diritti su 900 siti aggiuntivi, tutti distribuiti nel Regno Unito. Previste anche le concessioni per l’utilizzo dell’infrastruttura stradale come sede per siti di Tlc in 14 distretti di Londra, un elemento chiave per un’ulteriore estensione e densificazione della rete prima del lancio del 5G.

Con l’accordo una quota di dipendenti verrà trasferita a Cellnex.

“L’acquisizione della divisione Arqiva Telecoms è una pietra miliare chiave per Cellnex – dice Tobias Martinez, Ceo di Cellnex -. La sua solida base patrimoniale, i ricavi e il profilo finanziario uniti alla sua lunga storia nel cuore dell’infrastruttura digitale del Regno Unito, lo rendono un complemento perfetto per le nostre operazioni. Questo accordo non solo aggiungerà circa 8.300 siti di telecomunicazioni al nostro portafoglio, ma un team di esperti che rafforzerà ulteriormente la capacità di Cellnex di soddisfare le esigenze dei suoi clienti”.

“L’accordo fornisce sia stabilità sia un focus mirato sul nostro futuro – dice Simon Beresford-Wylie, Ceo di Arqiva – mentre ci concentriamo sulla fornitura di infrastrutture di trasmissione, reti end-to-end e soluzioni di connettività per i nostri clienti TV e radio, proprietari di contenuti, fornitori di reti dati e utility”. La maggior parte dei proventi della vendita sarà utilizzata da Arqiva per ridurre il debito, fornendo una solida base finanziaria per Arqiva e i suoi azionisti per investire nel futuro delle piattaforme radio e televisive terrestri del Regno Unito.

Una volta concluso l’accordo, Cellnex gestirà un portafoglio di circa 53.000 siti in tutta Europa, compresi i roll-out previsti fino al 2027, nel Regno Unito, Irlanda, Spagna, Italia, Francia, Svizzera e Paesi Bassi. Oltre alle torri di telecomunicazione, Cellnex gestisce un portafoglio diversificato di risorse infrastrutturali di telecomunicazione, tra cui torri e antenne da tetto, sistemi di antenne distribuite, small cell, Ftta, Edge Computing, IoT e reti di protezione pubblica e soccorso in caso di calamità.

Nel corso del 2019 Cellnex ha raggiunto vari accordi di fusione e acquisizione che aggiungono circa 24mila siti al proprio portafoglio nei paesi europei in cui la società è presente. Sono stati stipulati accordi di cooperazione strategica a lungo termine fra gli altri con Iliad – in Francia e in Italia – e con Salt in Svizzera per acquisire 10.700 siti (5.700 in Francia, 2.200 in Italia e 2.800 in Svizzera).

A giugno Cellnex e BT hanno annunciato l’accordo di collaborazione strategica a lungo termine attraverso il quale Cellnex ha acquisito i diritti di operazione e marketing di 220 alte torri di telecomunicazioni nel Regno Unito.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5