Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SMARTPHONE

Samsung ci riprova col foldable: il Galaxy pieghevole in vendita a settembre

La commercializzazione Galaxy Fold, prevista ad aprile, era stata rimandata dopo la segnalazione di problemi allo schermo. Ora il vendor annuncia di aver apportato modifiche e miglioramenti. Ma per gli analisti l’entusiasmo dei consumatori potrebbe essersi raffreddato

26 Lug 2019

Patrizia Licata

giornalista

Samsung ci riprova col suo smartphone foldable: il vendor sud-coreano ha annunciato che il suo primo cellulare pieghevole, il Galaxy Fold, sarà in vendita a settembre in alcuni mercati selezionati. Il lancio era inizialmente previsto ad aprile ma è stato sospeso dopo la segnalazione di problemi allo schermo da parte dei primi utilizzatori.

La casa di Seul ha detto di essere alla fase finale dei nuovi test sul telefono pieghevole e di aver introdotto miglioramenti che risolvono le falle segnalate. Samsung sta anche trattando con gli operatori telefonici che saranno associati al lancio del Galaxy Fold, secondo indiscrezioni di Reuters.

Samsung punta sul modello pieghevole per rivitalizzare le vendite in calo nella divisione smartphone e arginare l’avanzata dalla concorrente numero uno, la cinese Huawei.

Il Galaxy Fold è stato presentato da Samsung a febbraio e avrebbe dovuto debuttare sul mercato americano e poi su quello cinese a fine aprile, ma la distribuzione è stata rimandata a data da destinarsi a causa dei problemi riscontrati proprio sullo schermo pieghevole. Più di un utente aveva subito la rottura del display solo dopo uno o due giorni di prova. Il colosso coreano ha così deciso di fermare il lancio commerciale in modo da effettuare ulteriori test.

Il foldable di Samsung, che si trasforma in un tablet da 7,3 pollici quando è completamente aperto, ha un prezzo di quasi 2.000 dollari. Col lancio previsto ad aprile avrebbe dovuto sostenere il business nella stagione estiva, la più debole per le vendite di smartphone. Il rinvio per i problemi dello schermo ha probabilmente deteriorato la fiducia dei consumatori in questa innovazione, secondo Kim Young-woo, analista di SK Securities. Samsung prevedeva inizialmente di totalizzare almeno 1 milione di Galaxy Fold venduti a un anno dal lancio (ne produce annualmente 300.000), ma ora Kim Young-woo pensa che “Se riesce a vendere 300.000 device pieghevoli quest’anno Samsung può considerarsi soddisfatta, visto lo stop cui è stata costretta”.

Proprio per evitare di alienare la fiducia degli utenti anche Huawei ha rimandato il lancio del suo smartphone pieghevole, il Mate X: l’arrivo sui mercati, che alcune indiscrezioni di stampa fissavano per giugno, è rimandato a settembre per effettuare ulteriori test e verificare il perfetto funzionamento del device.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3