Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LE NOVITA'

La tecnologia a servizio delle telco: ecco la “super-piattaforma” all’insegna della flessibilità

Ericsson amplia il proprio portafoglio nelle aree Core, accesso Radio, Trasporto e orchestrazione dei servizi. Più facile per gli operatori gestire la consistente crescita del traffico dati e semplificare le operations

20 Feb 2019

Al Mobile World Congress, di scena dal 25 al 28 febbraio a Barcellona, Ericsson presenta le novità dell’offerta in ambito Wireless e Ultrabroadband. Sul piano del Mobile, la piattaforma 5G si arricchisce con nuove soluzioni nelle aree Core, accesso Radio e Trasporto, oltre all’orchestrazione dei servizi. Questi componenti aggiuntivi rendono la piattaforma più dinamica e flessibile, permettendo agli operatori di far evolvere facilmente le loro reti e quindi di implementare il 5G su vasta scala. L’offerta si integra con i prodotti lanciati in precedenza, come Ericsson Spectrum Sharing. Inizialmente focalizzata sull’IoT, la piattaforma 5G di Ericsson ora rappresenta una delle soluzioni più complete per casi d’uso basati sulla banda larga mobile avanzata e sul fixed wirleless access.

Una rete Core per 4G e 5G

Per garantire agli operatori un’evoluzione fluida verso il 5G, Ericsson ha sviluppato il portafoglio Cloud Core con sette nuovi prodotti che supportano sia 5G il Standalone che Non Standalone, oltre alle generazioni di rete precedenti per garantire la continuità dei servizi legacy. La soluzione Dual-mode 5G Cloud Core è nativa su cloud per la gestione automatizzata della capacità e per operazioni efficienti e solide. Fornisce inoltre un piano utente ad alte prestazioni per far fronte alle esigenze dei casi di utilizzo 5G e include Api aperte per innovare le funzionalità 5G, come network slicing ed edge computing.

Trasporto universale per i servizi 5G

Le prime implementazioni 5G sono già in corso in aree urbane densamente popolate; il passo successivo sarà migliorare le prestazioni 4G e creare una copertura 5G al di fuori delle città. Questo richiederà una combinazione costante di soluzioni di trasporto basate su fibra e microonde.

Per questo motivo, Ericsson sta incrementando la capacità delle proprie soluzioni a microonde con l’introduzione di una nuova famiglia Mini-Link 6200 di soluzioni a lungo raggio 5G-ready che supportano fino a 10 Gbps di capacità. La società sta inoltre ampliando la propria linea di router e fronthaul per offrire agli operatori soluzioni flessibili e modulari adatte alle loro esigenze di implementazione.

Nuove soluzioni Radio e vRan

L’avvento del 5G evidenzia non solo la necessità di nuove bande di frequenza, ma anche di siti ottimizzati e di una maggiore possibilità di aggiungere capacità radio con precisione per gli operatori. Ericsson risponde a queste esigenze lanciando nove nuovi apparati radio Massive Mimo dual band, triple band e ad alte prestazioni. Ericsson raggiunge un traguardo importante con la virtualizzazione del software NR 5G che gestisce il flusso di traffico di dati per un numero elevato di utenti. Questa nuova funzionalità consente agli operatori di introdurre un’architettura in cui l’intelligenza per l’elaborazione del traffico dati si trova più in alto nella rete, fornendo ulteriore flessibilità per alcuni scenari di implementazione.

Orchestrazione automatica dei servizi per operazioni semplificate

L’aumento della complessità della rete sta spingendo gli operatori a semplificare le operazioni. L’evoluzione della soluzione Ericsson Dynamic Orchestration introduce l’automazione del network slicing che comprende la creazione, il test e l’implementazione di parti di rete per la rapida introduzione dei servizi 5G.

La soluzione implementa anche l’automazione a ciclo chiuso basata su AI per le reti ibride (comprese le funzioni di rete fisiche, virtuali e basate su container) in un ambiente multi-vendor per identificare l’impatto del servizio e adattare la rete in tempo reale per fornire la migliore esperienza per l’utente finale.

Critical Network Capabilities e Critical Broadband Applications

Sul fronte del fisso, Ericsson presenta il nuovo portafoglio per le comunicazioni critiche a banda larga che consentirà agli operatori di rispondere alle necessità business-critical e mission-critical delle imprese e delle agenzie per la pubblica sicurezza man mano che prosegue la digitalizzazione e la modernizzazione delle comunicazioni radio mobili terrestri. Questa offerta include funzionalità avanzate per le prestazioni di rete critiche e prevede elevata disponibilità di rete, funzionamento multi-rete con tecniche di condivisione dello spettro, copertura e capacità per applicazioni critiche. Comprende anche funzionalità di sicurezza di rete che garantiscono il mantenimento dei servizi di rete anche quando l’infrastruttura è sotto attacco. Infine, qualità del servizio, priorità e prelazione garantiscono prestazioni di latenza e requisiti di capacità in caso di traffico elevato e congestione di rete.

La proposizione include la soluzione Ericsson Group-Radio che fornisce servizi mission-critical di tipo push-to-talk, dati e video. Ciò consentirà, ad esempio, alle forze dell’ordine di essere più efficaci nell’eseguire servizi per la comunità che richiedono una banda larga mobile avanzata.

Flexible Deployments for Private Networks

L’implementazione flessibile delle reti private da parte di Ericsson spazia dal network slicing a reti completamente dedicate, consentendo agli operatori di offrire soluzioni e servizi scalabili.

Ericsson offre anche i Managed Service per reti private, con soluzioni basate su Intelligenza Artificiale e automazione che prevedono e prevengono eventi, riducendo l’Opex. Queste soluzioni consentono agli operatori di ridurre il time-to-market e di entrare in nuovi settori, assicurando al tempo stesso accordi sul livello dei servizi critici.

La banda larga critica consentirà ai settori industriali di aumentare l’efficienza attraverso: incremento della produttività e della sicurezza della forza lavoro; adozione massiva di dispositivi e sensori; localizzazione in tempo reale di beni e attrezzature; raccolta dati per migliorare le prestazioni di attrezzature e personale ed evitare tempi di inattività.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5