Women empowerment nel Sud Italia, assist di Sparkle al progetto Ortygia - CorCom

L'INIZIATIVA

Women empowerment nel Sud Italia, assist di Sparkle al progetto Ortygia

L’operatore affianca il programma “Yep” della Business School fondata da Lucrezia Reichlin. Percorso di mentoring per studentesse degli atenei di Palermo e Catania. L’Ad Elisabetta Romano: “Spingiamo sulla crescita delle competenze tecnologiche e manageriali”

28 Gen 2021

L. O.

Più strumenti alle nuove generazioni di donne per orientare le scelte accademiche e di carriera, valorizzare il merito e promuovere ambizione e fiducia nel futuro. E’ l’obiettivo di Sparkle che aderisce al programma “Yep – Young Women Empowerment Program” promosso dalla Fondazione Ortygia Business School per favorire la crescita personale e professionale delle studentesse universitarie del Sud Italia.

L’operatore di servizi wholesale internazionali accompagnerà lo sviluppo professionale delle giovani donne in Sicilia, “da sempre – fa sapere l’azienda controllata da Tim – regione strategica per l’operatore”.

Mentoring individuale per 10 studentesse

Sparkle affiancherà in un percorso di mentoring individuale 10 studentesse siciliane iscritte a corsi di laurea magistrale in materie economiche e scientifiche presso l’Università degli Studi di Palermo e l’Università degli Studi di Catania, selezionate sulla base della motivazione e del merito. Il programma ha una durata complessiva di sei mesi.

Grazie allo scambio e al confronto con le mentor, le studentesse potranno acquisire strumenti utili a comprendere i propri punti di forza e le proprie inclinazioni per proporsi nel mondo del lavoro con maggiore consapevolezza; al contempo, avranno la possibilità di entrare in contatto con una realtà lavorativa ad alto contenuto tecnologico e solide radici nel territorio.

È infatti in Sicilia che Sparkle ha sviluppato, attraverso i due poli di Palermo e Catania, il principale Hub internet del Mediterraneo, cuore dell’innovazione tecnologica e porta di scambio dei traffici da e per l’Europa per Africa, Medioriente e Asia. Il capoluogo della regione ospita il Sicily Hub, data center neutrale di ultima generazione, mentre a Catania ha sede il Sicily Lab, data center iper-convergente e laboratorio d’innovazione tecnologica.

Sicilia regione strategica per Sparkle

“Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto Yep che ha nel confronto con esperienze manageriali femminili un elemento tanto originale quanto utile per supportare lo sviluppo professionale delle studentesse – dice Elisabetta Romano, ad di Sparkle –. È un’iniziativa che si inquadra, peraltro, in un più ampio impegno di Sparkle a favore della crescita delle competenze tecnologiche e manageriali in una regione chiave per l’evoluzione delle infrastrutture e dei servizi Tlc qual è la Sicilia”.

L’adesione al progetto Yep conferma inoltre l’impegno di Sparkle e del Gruppo Tim per lo sviluppo della presenza femminile e la riduzione della disparità di genere in un settore tecnologico tradizionalmente maschile. Nel 2020 il Gruppo ha lanciato il “Progetto Donna: una iniziativa di inclusione per tutti”, un piano triennale volto a promuovere le pari opportunità attraverso la creazione di un ambiente di lavoro etico e rispettoso dello sviluppo professionale delle donne. Nel Gruppo è attiva anche NoiD, associazione al femminile nata per valorizzare e promuovere uno stile di management inclusivo e orientato al merito.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2