5G standalone, Vodafone sceglie Ericsson per le reti in Uk e Germania - CorCom

GLI APPALTI

5G standalone, Vodafone sceglie Ericsson per le reti in Uk e Germania

In Italia è attesa sull’aggiudicazione dei contratti per la realizzazione delle infrastrutture di quinta generazione mobile. Sul 4G la core network è in capo al vendor svedese

17 Giu 2021

Patrizia Licata

giornalista

I servizi, le applicazioni avanzate (come realtà aumentata e la gestione di enormi volumi di dati) e i casi d’uso, sia nel mondo consumer che in quello industriale, sono la vera innovazione portata dal 5G. Per questo Vodafone ha scelto di implementare la tecnologia 5G Core cloud-native dual-mode di Ericsson per le sue reti in Germania e nel Regno Unito: il fornitore svedese supporterà l’intera 5G Core standalone cloud-native di Vodafone per le applicazioni packet core, una pietra miliare per fornire servizi di connettività 5G standalone.

La 5G standalone alimenterà i casi d’uso di prossima generazione e supporterà le applicazioni che richiedono una connettività più veloce, maggiori velocità di trasmissione dati e latenze più basse, così come le funzionalità di network slicing.

Con questa implementazione – si legge in una nota congiunta – Vodafone compie “un passo significativo per garantire il pieno potenziale dei servizi 5G e dell’innovazione ai clienti sia consumer che aziendali di Vodafone in entrambi i Paesi”.

5G catalizzatore dell’economia digitale

Tecnologie e applicazioni come la realtà virtuale, la realtà aumentata, la latenza e l’enorme capacità di gestione dei dati saranno facilitate dal 5G standalone – il tutto abilitato da un network slicing sicuro, dall’edge computing e dalle capacità di esposizione dei servizi da parte della 5G Core standalone. Le soluzioni sono un importante catalizzatore per rendere l’economia digitale e l’Industria 4.0 una realtà.

WHITEPAPER
Cloud, omnicanalità e intelligenza artificiale: porta il tuo Contact Center nel futuro
Digital Transformation
Intelligenza Artificiale

Nel Regno Unito, l’implementazione durerà cinque anni e renderà Ericsson un partner chiave della rete 5G end-to-end per Vodafone. L’implementazione è già iniziata in Germania, compreso il lancio della più grande rete commerciale 5G standalone d’Europa in aprile.

Dalle nuove reti vantaggi “economici, industriali e sociali”

Andrea Dona, Chief network officer, Vodafone Uk, ha commentato: “La nostra stretta collaborazione con Ericsson è stata significativa nel compiere il prossimo passo verso l’innovazione 5G. Scegliendo di continuare a lavorare con le soluzioni leader di Ericsson siamo in grado di affrontare nuove e crescenti attività di trasformazione delle imprese, dell’industria e della società nel Regno Unito e in Germania. Insieme, stiamo creando una nuova area digitale per i nostri clienti“.

Arun Bansal, presidente di Europa e America Latina, Ericsson, ha commentato: “Come partner chiave nel viaggio digitale di Vodafone abbiamo implementato il 5G in tutta Europa dopo anni di innovazione congiunta. Ora, con l’espansione della nostra Rete di accesso radio (Ran) esistente, il nostro portafoglio di Core network è stato incaricato di portare il 5G al livello successivo in Germania e nel Regno Unito. Con i vantaggi economici, industriali e sociali che il 5G offre sono davvero entusiasta di vedere la Germania e il Regno Unito prosperare”.

In Germania la più grande rete commerciale 5G standalone europea

Grazie al supporto di Ericsson, Vodafone è diventata ad aprile il primo operatore in Europa ad attivare il 5G standalone su vasta scala. Le due società, con Oppo e Qualcomm, hanno implementato l’infrastruttura in Germania iniziando dalle principali città, tra cui Francoforte.

Il lancio ha coinciso con il passaggio al 5G di tutte le stazioni radio mobili in banda 3,5 GHz, con collegamento a una rete 5G Core indipendente. Ericsson ha fornito prodotti e soluzioni dal portfolio Ericsson Radio System, così come la Ericsson cloud core per il 5G Core basato su microservizi cloud-native.

Operando in modo completamente indipendente dal 4G (Lte), il 5G standalone garantisce una latenza inferiore rispetto alle attuali reti 5G non-standalone (Nsa) e permette a più persone e oggetti connessi contemporaneamente di utilizzare i dati mobili.

In Italia atteso l’appalto

Vodafone Italia potrà usare le apparecchiature di Huawei per la sua rete Ran 5G. Lo scorso 20 maggio il Consiglio dei ministri ha infatti dato il via libera alla fornitura all’operatore: come da disciplina Golden Power l’iter autorizzativo è previsto in tutti i casi in cui le aziende intendano acquistare sistemi sviluppati da fornitori extra-Ue. Riguardo alla core network, invece, Vodafone deve ancora assegnare l’appalto in Italia. Allo stato attuale sul 4G è Ericsson ad avere in capo la porzione della core network.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
ericsson
V
vodafone

Approfondimenti

5
5g

Articolo 1 di 4