STRATEGIE

Jeff Bezos alza il tiro su Netflix, Prime Video approda sulla Tv via cavo di Comcast

La piattaforma premium di Amazon entra nel pacchetto di Xfinity X1, la pay-Tv del colosso americano del cavo: l’operazione aiuterà le due partner a contrastare i competitor

03 Ago 2018

Patrizia Licata

giornalista

Comcast e Amazon si sono accordate per portare Prime Video su Xfinity X1: l’intesa permette ai clienti di Xfinity, la Tv della numero uno americana del cavo, di accedere a migliaia di programmi e film extra offerti sulla piattaforma premium del gruppo del commercio elettronico. Si tratta anche del primo accordo che integra i contenuti di Amazon Prime Video, diffusi via Internet streaming, su una piattaforma tradizionale di pay-Tv negli Stati Uniti.

La app Amazon Prime Video arriverà su X1 in autunno. I clienti di Xfinity Tv potranno guardare sia i contenuti di Prime Originals sia gli eventi live e i titoli cui accedono gli abbonati ai Prime Video Channels. Gli abbonati alla pay-Tv di di Comcast potranno cercare tra i contenuti di Prime Video usando il Comcast X1 Voice Remote, che si attiva con i comandi vocali, e guardare film e telefilm disponibili in 4K Ultra HD e in HDR.

In base ai dati raccolti da comScore, il 73% delle famiglie americane che hanno visto film in streaming dal televisore di casa nel mese di aprile lo hanno fatto su Netflix, il 50% su Youtube, il 36% su Hulu e il 28% su Amazon Prime Video. L’intesa con Comcast aiuta il servizio Tv del gruppo di Jeff Bezos a raggiungere un numero maggiore di famiglie americane.

Per guadagnare posizioni, Amazon ha anche da poco rinnovato la strategia sui contenuti in streaming: Jason Ropell, responsabile della divisione cinema, ha lasciato il posto, sostituito ad interim da Ted Hope e Matt Newman; l’intenzione sarebbe quella di investire meno sul cinema d’autore e più su produzioni commerciali capaci di conquistare il grande pubblico.

Comcast a sua volta cerca nell’accordo con Amazon un rilancio della sua pay-Tv: l’ultima trimestrale ha evidenziato come il colosso della Tv via cavo continui a perdere abbonati (-140 mila), mentre crescono i clienti della banda larga (+260 mila). Comcast, proprietaria dei canali televisivi Nbc, Cnbc, Msnbc e dello studio cinematografico Universal, a inizio mese ha deciso di rinunciare alle mire sugli asset di intrattenimento della 21st Century Fox, che il gruppo di Rupert Murdoch aveva già promesso a Walt Disney, ma punta ora a prendere il controllo della britannica Sky, la piattaforma Tv pan-europea.

@RIPRODUZIONE RISERVATA